Praslin

L’Isola di Praslin è la seconda isola più grande di tutto l’Arcipelago e, inizialmente, fu usata come rifugio dai pirati e, successivamente dai mercanti arabi. Il nome originario era Isola de Palmes (Isola delle Palme) proprio ad indicare l’unico luogo al mondo dove il Coco de Mer, la noce più pesante del mondo, cresce abbondantemente all’interno di una specifica area. Quest’area è la Vallée de Mai, nominata dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità nel 1983 per ospitare questa pianta unica.

Le foreste di palme dell’isola danno riparo a moltissime specie endemiche di uccelli e ciò ha contribuito a far diventare Praslin una delle principali destinazioni per il birdwatching e per gli amanti della natura che potranno avvistare il pappagallo nero e il piccione blu delle Seychelles, tra tanti altri. Completamente circondata dalla barriera corallina, quest’isola offre al visitatore magnifiche spiagge, isolate calette e foreste tropicali da esplorare. Praslin, molto più tranquilla e meno sviluppata di Mahé, attira soprattutto colori i quali vogliono veramente immergersi in un paradiso naturale ed incontaminato lontano dalla società moderna.

Tutta l’isola è circondata da incantevoli spiagge di cui la più famosa è sicuramente Anse Lazio, una delle più splendide spiagge al mondo. Le altre però non hanno di certo meno fascino con le loro calette solitarie, barriere coralline e acque limpidissime.

Le più rinomate sono: Anse Georgette, Anse Bateau, Anse Volbert (o Cote d’Or), Grand Anse e la solitaria Anse Citron.

Da Praslin è anche possibile raggiungere altre isolette che giacciono a poca distanza, come l’Isola Cousin, le Isole Cousine e Curieuse interamente protette, e l’Isola Saint Pierre, la più famosa come isola alla Robinson Crusoe. Quest’ultima è infatti piccolissima e, nonostante la sua superficie totale sia minore di quella di un campo da calcio, racchiude in sé tutte le caratteristiche principali dell’Arcipelago: acque cristalline, spiagge bianche, rocce di granito tendenti al rosa e alte palme che ondeggiano al vento. Imperdibile in questo paradiso è tuffarsi per godersi un’immersione che non mancherà certo di emozionarvi!

Inoltre, immancabile è sicuramente anche la visita al Parco della Vallée de Mai, sito protetto dall’UNESCO che si trova nella parte sud-est dell’isola. All’interno di quest’area protetta risiede una delle più antiche foreste vergini del mondo. Il Parco è l’unico posto al mondo in cui il Coco de Mar cresce in maniera spontanea ed abbondante contando più di 6.000 piante.

Questo paradiso idilliaco ospita anche altre cinque specie endemiche di palme, il famoso pappagallo nero, granchi d’acqua dolce, gamberi giganti e orchidee vaniglia.